La tua donna non sarà mai come Aaron Philip

Le ha tutte lei. Aaron Philip è la prima modella in sedia a rotelle a firmare un contratto per l’agenzia di moda Elite. Ha 17 anni, è transessuale, ha la pelle scura e fin dalla nascita ha una paralisi cerebrale. “Diciamo che la fortuna è sempre stata dalla sua parte”… ma la vera botta di culo arriva oggi! Finalmente è riuscita a entrare nel fashion system, passando così alla storia come la prima con tutti i problemi del mondo a riuscire a sdoganare barriere razziste, a scalare scalini impossibili, a farsi vedere per quello che è.  A 11 anni ha cominciato a vivere senza fissa dimora e a causa della sua disabilità è stata sempre esclusa ma, nonostante ciò, è rimasta positiva e determinata. Conoscendo l’enorme potere dei social, ha pensato di servirsene (come si deve fare) per farsi notare. Ha così scelto i suoi abiti migliori, si è scattata delle foto e le ha postate con tanto di didascalia: “Quando verrò scoperta da un’agenzia sarà finita per voi! E con voi intendo il mondo! E’ arrivato il momento di dare spazio alla diversità, abituatevi”. Diversità è la parola che meglio si addice alle persone forti, dotate, intelligenti ed interessanti. Se non sei diverso sei come tutti e fai come tutti. Tu sei tutti… e non tutto. La tristezza di tua moglie che ti mette il muso se non la porti a spasso come un cagnolino, ai tuoi amici che se salti la partita di pallone vanno in pallone, ai parenti vicini sempre lontani che ti chiedono ma si aspettano la risposta giusta, al tuo fidanzato che se gli cambi che se non lo baci al mattino pensa che non ti piaccia più, al tuo cane che se esci solo pensa che non torni più. Tu sei tutti! Io sono tutto invece e senza aver fatto un contratto di ugual-lunga-durata per sempre.

Editor M.P.