I gay sono una brutta razza da non salvaguardare

Frasario per molti e per tutti. In casa se i genitori ripetono, ricchione, frocio, cula, i bambini fuori urleranno in faccia ai compagni più silenziosi, quelli più educati e schivi, parole a loro insaputa ritenute omofobe. Tranquilli i vostri figli sono salvi almeno qui. Cresceranno chiaramente omofobi, cioè esserini che hanno talmente paura del proprio sesso che un cazzo in bocca se lo sogneranno fino al cambio dell’ultimo catetere o peggio si sposeranno o malissimo diventeranno preti. Che sarà mai avere un cazzo in mano che non sia il proprio? “Non me lo so spiegare”, in Italia canta così Tiziano Ferro, quello che scrive ancora canzoni con le “a” al posto delle “o”, però ha fatto outing quindi è per tanti coraggioso e molto sensibile. Io non ho mai incontrato gay dolci teneri rilassati e soprattutto “liberi”. Sono tutti in gabbia comunque, con l’etichetta sotto, la scadenza dietro e gli ingredienti davanti. Da gay però non sono felice che in Svizzera l’omofobia è da oggi reato e la legge per i diritti LGBT una realtà da salvaguardare. Se si partisse dal fatto che come vivere il sesso sia una cosa soggettiva, che se ti piace un dito della tua fidanzata in culo per farti godere non vuol dire avere tendenze e che parlare con una lesbica non incita la voglia di leccare una figa, tutto sarebbe vissuto in modo più rilassante e ci sarebbe la vera libertà di parola. Quindi ho capito bene… posso dire col cazzo che ti do 1 euro al negretto fuori dal supermercato? O esiste una legge anche sulle dimensioni? Sopra ai comuni 16 cm…sei un superdotato di merda, devi tornare al tuo paese. Le leggi sono come le mode, ora sono tornati i gay.

Editor, M.P.