I cessi mettono gli Uggs

ADVERTISEMENT

Le cose brutte rimangono. Il brutto piace perché può diventare più soggettivo, articolato,  ed essere preso come pretesto per credere di avere “gusto”. Il gusto di Gleen Martensy, Y/Project, ci dice che la moda può durare, diventare, trasformarsi, ma l’oggetto dell’incubo però rimane. Gli Uggs sono il male, qualcosa che non si doveva iniziare ad usare. Prima le donne, poi ora gli uomini. Continuano e non a stento a riproporsi sullo stomaco. Conati di moda. Eccoli alla coscia, 3 in 1, con risvoltone, rieccoli, esistono e sono tra noi. Osare fa rima con usare, meteo permettendo.

Editor, Carola Bianchi

ADVERTISEMENT