Britney Spears si faceva di krokodil?

ADVERTISEMENT

Diesel banner orizzontale

Britney Spears Blackout

Se ci sono album da dimenticare ce ne sono altri da riascoltare ancora, ancora e ancora. Tutti i nomi importanti ne hanno almeno uno. Parliamo dei grandi, quelli che hanno venduto e guadagnato palate di soldi. Sono passati 10 anni dal tracollo fisico della Spears, oggi, dieci anni fa, usciva il riuscitissimo “Blackout”, il quinto disco in studio. Un periodo particolarmente difficile. Tutto sembrava preludere la fine. La leggenda che circolava era che si faceva di una droga “strana”, sentiva i ragni sotto la pelle, poi era diventata bulimica, e ancora sotto un mix letale senza ritorno si faceva fotografare mentre si rasava i capelli. Il privato diventava da (bagno) pubblico. Gossip e paparazzi, pazzie e frequentazioni mal viste. A trainare il disco fu il singolo “Gimme More“… (It’s Britney bitc*?), uno dei pezzi più ballati e iconici. Video brutto, extension inguardabili, una scrofa appesantita in una lap dance decadente, come non ricordare la promozione con la performance disastrosa eseguita agli MTV Video Music Awards 2007 improvvisata e assente. Però tante canzoni, tante belle canzoni. La più riuscita, “Get Naked”… peccato non fosse stata tenuta in considerazione come singolo.

 

text, VD Team

Annunci