Jesse van der Horst

Jesse

Jesse Cover

Dipingere e avere le idee molto chiare: creare. Basterebbe solo questo per descrivere Jesse van der Horst. Giovane, giovanissimo artista. Avere “solo” 14 anni fa la differenza. Fin da piccolo ha custodito, con l’ aiuto di sua madre, centinaia di bozzetti, frammenti, idee su carta. Non semplici disegni scolastici, ma opere distintive non tipiche da insegnamento.

Mr. Jesse, si descriva. Sono come mi vedi, giovane, curioso, un adolescente tipico, con i miei ideali. Amo lo sport, il calcio. Ma sono anche il ragazzino che osserva e studia, che segue tratto per tratto artisti come Keith Haring e Hundertwasser. Ispirato e attratto.

Attratto astratto? Cosa c’è di reale fuori? Cosa vede fuori dalle sue finestre? Vedo la campagna da una parte, e dall’ altra la foresta. Fuori c’è il mondo che mi ispira, le stagione con i cambiamenti e la vegetazione tipica, il mais e poi la neve. Mi piace mostrare i miei lavori con sfondi veri-naturali, su Instagram posto spesso questi contrasti.

Si ricorda i sogni dopo la notte? Sono a colori o in bianco e nero? Io sogno a colori. Ogni notte.

Lei non è per me un giovanotto che ama scarabocchiare, anche se non troverei niente di negativo, lei per me è talentuoso, e sono sicuro che ha di base una ricercata cultura, scelte e preferenze non a caso. Keith Haring e Samuel Cox come supereroi. Mi sbaglio? No, ma non dimentichi Mr. Doodle. I miei sono ritratti. Caricati, distintivi, semplificati. Studio e mi affascina da sempre l’ espressionismo astratto. Mi siedo e inizio. Il mio infuso è un vortice continuo di acrilico bianco e nero. Le linee si accumulano, cresce una sorta di tensione, ma sempre controllata.

Sembra tutto molto chiaro e semplice, quasi disarmante. Fare arte per me un modo di vivere. È una sensazione naturale.

Nonostante l’ età, ha già dei ricordi? Il primo ricordo, i tempi che disegnavo ore e ore con mia nonna. E’ morta tre anni fa, ma lei è ancora nel mio cuore. Mi ha ispirato e fatto capire che devo disegnare fuori dalla mia “scatola”.

La sua scatola? La mia mente non deve avere limiti, fuori, oltre, lontano. Fare e fare… senza avere restrizioni.

Se non fosse Jesse, chi sarebbe? Indovini… Goal!

 

http://www.instagram.com/jesse_creations

Interview, M.P.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci