news

Vintage Dream: le pubblicità dell’ arredamento

“Vintage Dream”, mai come in questo periodo la soffitta della nonna ha lasciato spazio al garage dello zio. Second hand, i vestiti alla naftalina lasciano il tempo (in tutti i sensi) che trovano. Nuova vita alla creatività dell’ arredare, quindi si a rigattieri e mercatini, quelli lombardi danno grandi soddisfazioni; la prima e la terza domenica del mese a Corsico, la terza a Buccinasco e la quarta e quinta a San Donato Milanese. Alla fine tutti in new-talents-designers sono affiliati con bancarelle, tesi verso teli stesi sull’ asfalto e per i più clochard esistono sempre le discariche della città. Ma il vintage non è l’ usato. E usare nei tempi passati aveva una voce completamente accostata alla produzione, buona e resistente. Il web ci presenta come magazine online con ADV che lampeggiano e sfondi in movimento, le credenze di Ico Parisi accoglievano le riviste di arredamento, con le pubblicità fatte in casa dalle aziende, illuminate da lampade Stilnovo e come sfondo tappezzerie Rossifloor. Ora tutto mi torna.

Editor, M.P.

 

Annunci