oTTo

Usare i “social” per socializzare è riduttivo. Ci sono guide per diventare, promuovere, farsi conoscere. Le (im)persone che scattano, scrivono, taggano e inviano foto con didascalie autoreferenziali non vogliono conoscere, non sono curiose e pensano che il mondo giri solo in un verso, proprio come quelle parole sotto ad ogni post. Se sei seduto da oTTo, ti senti rilassato. Io l’ ho fatto. Di nascosto senza farmi troppe domande. Ho ascoltato. Ho spiato. Ho lavorato (ho scritto questo pezzo). Una Milano non pretenziosa, ma dove allo stesso tempo tutto è molto curato, puoi muoverti, sentire musica, osservare la gente dalle vetrate che si specchia. L’ arredamento, le piante, gli accessori sono da osservare. Di passaggio o soffermandosi, questo spazio fa la differenza.

http://www.sarpiotto.com

text, VD Team

Annunci