news

“Burn out”/Philippe Penz

Simboli da codificare, velati tra le pieghe del vissuto ed immagini catalogabili. Se si fonde un materiale come l’ alluminio, si accende uno schermo ed un pennello accenna un sorriso… scopriamo che il miglior amico di Philippe Penz è straordinariamente sopra le righe. Si intitola “Burn out”, l’ opera dritta su di un piedistallo, sintonizzata sulla frequenza giusta che ama la pop-art. Colpisce la freddezza mixata quasi elettronicamente con uno smile quadrato sormontato ed immobile..  Impossibile cambiare canale.

http://www.philipppenz.com

text, VD Team

Annunci