The Founder

ADVERTISEMENT

Diesel banner orizzontale

the-founder

Prima o poi da qualcosa bisogna partire. Ogni cosa ingloba arte, quella del fare, rimboccarsi le maniche e fare. Senza continue scorciatoie. L’ idea arriva quando meno te lo aspetti, a volte la pensiamo, la rinchiudiamo in un cassetto poi la rispolveriamo. Ray Kroc quel giorno sapeva tutto; imprenditore statunitense, meglio conosciuto come il creatore di McDonald’ s. L’ impero economico più grande nella catena della ristorazione viene interpretato da Michael Keaton diretto da John Lee Hancock nel film in uscita il 12 gennaio “The Founder”. La storia di Mr. Kroc, uomo venuto dal nulla, con la personalità forse considerata da tutti anonima, che grazie ad una bacchetta magica a forma di hamburger inizia la scalata del successo, oggi sempre in ascesa. Al passo coi tempi, il fast-food inserisce certamente menu vegani, nuovi panini ispirati alle regioni, dolci e bevande aromatizzate con spezie multirazziali. Ci si divide digerendo supposizioni intellettuali spiegate da nomi importanti che da sempre considerano questo tipo di cibo pura spazzatura… ma la regola dei benpensanti cade subito. Chi ha obbligo di scelta non apprezza la libertà che sta nelle piccole cose, non sa godere del poter scegliere, far convivere, creare possibilità di scelta. Considerare diventa salutare. E poi chi dopo una serata distruttiva non ha trovato la medicina in un McCheese?

Editor M.P.

 

 

Annunci