Marcantonio Raimondi Malerba

Ai bambini tutto è concesso, fuori o dentro dal coro, sempre e comunque.
Oggi voglio giocare con Marcantonio Raimondi Malerba.
Osservando quello che crei, non posso che trovarmi in una giungla felicemente disorientato. Puoi aiutarmi ad attraversarla? La risposta è nella tua domanda! Se ti ritrovi in una giungla felicemente disorientato è molto meglio che trovarti in una città perfettamente orientato, omologato. Sono contento di avere una produzione eterogenea, i bambini hanno una libertà incondizionata, è pura, quella che cerco di preservare in me!
Stamattina mi sono seduto su di una sedia con un germoglio che cresceva dal legno, mi sono messo al tavolo e sopra imponente c’ era un grosso gorilla, ho deciso di farmi un tè ma ho cercato di accendere un sasso con una maniglia. Dottore cosa mi sta succedendo? Niente, lei sta benissimo, ha solo notato delle cose non convenzionali che l’ hanno fatta riflettere, sono contento per lei.
Pensi che la tua finzione sia funzionale? O la funzione viene surclassata dall’ estetica? Non la chiamerei finzione, sono d’ accordo sul fatto che l’ arte crei dei feticci di realtà rappresentando o interpretando questa. Preferisco “evocare” a “fingere”. La funzione è sempre surclassata dall’ estetica! Ma in tutto questo nei miei oggetti di design la funzione rimane.
I tuoi sogni sono materici, posso vederli. Come nasce un tuo progetto? Dal nulla, una sinapsi, sono settato sulla voglia di stupore e i miei pensieri cercano di creare qualcosa per vivere quello stupore. Ho una capacità di visualizzare molto forte, nel dettaglio, questo aiuta.
Istintivamente se penso alla Sicilia, compro una melanzana, se parlo di Michael Jackson ricordo prima il suo naso, la metafisica l’ associo a De Chirico, se parlo di Marcantonio Raimondi Malerba accendo la luce della mia Monkey Lamp. Ignoranza acculturata? Certo, ignoranza acculturata in che senso? Metafore delle scimmie che illuminano? Può essere, la natura dovrebbe guidarci.
L’ attrazione per il mondo animale è decisiva. Domanda o esclamazione?
Esclamazione! Attrazione alla natura, a noi. A ciò che siamo e a quel tutto di cui facciamo parte.
A me piace quello che fai. Nel dirtelo in modo quasi fanciullesco ti chiedo quali progetti futuri hai a disposizione, giusto per chiudere la nostra chiacchierata nel modo più evolutivo (della specie). L’arte continua ad essere un obbiettivo, ma la vivo in modo complesso. Per quel che riguarda il design i prodotti sono veramente tanti, tanti. Li vedrete! Ci sono animali , piante, galassie, superfici, impronte, tracce, dinamiche, reazioni, materiali diversi tutto condito con una buona dose di concetto!!!
Interview, M.P.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...